Trasferirsi a Budapest: informazioni utili

Buda vista da Pest

Prima di trasferirsi in una città, si cerca di informarsi sulle cose essenziali, figuriamoci quando si decide di trasferirsi in una nazione nuova. In questa occasione vogliamo dare dei consigli alle persone che desiderano trasferirsi a Budapest, la bellissima capitale dell’Ungheria. Potrebbe essere un trasferimento per lavoro, studio o per cambiare vita. Poco importa, conoscere certe informazioni è essenziale.

Notizie generali

In Ungheria, il costo della vita e gli stipendi sono molto differenti tra Budapest e altre zone della nazione. Budapest è il centro culturale, economico, politico e finanziario del Paese e, di conseguenza, la vita è più cara, ma anche gli stipendi sono più alti e le opportunità di trovare lavoro sono maggiori. Ovviamente, come tutte le grandi città, anche Budapest ha zone più care e altre meno care, quindi si dovrà fare uno studio sul quartiere in cui si desidera andare a vivere. Per avere un’idea di massima della città, è possibile partecipare a un tour di Sfumature di Budapest, che offre dei giri della città (alcuni anche gratuiti).

Gli studenti hanno diversi vantaggi se si muniscono della tessera studentesca internazionale che permette di usufruire di diversi sconti per quel che riguarda mezzi di trasporto, musei, cinema, negozi e fast food della capitale magiara. Il miglior portale dove reperire notizie sempre aggiornate è Ungheria News, un portale in lingua italiana ricchissimo di informazioni.

Di quartiere in quartiere

Per avere un’infarinatura sui quartieri di Budapest, facciamo una veloce carrellata di quello che ci propone la città che, generalmente, è abbastanza sicura, basta evitare la zona esterna del VIII distretto. Partiamo ricordando che la città è divisa in due zone: Buda e Pest. La prima è a ovest del Danubio ed è la parte più elegante ma, di conseguenza, la più cara e la meno movimentata. Pest è sicuramente la parte più bella da vivere, ricca di vita, di servizi e meno cara.

Nella parte nord di Pest si trova il Distretto XIII, molto tranquillo e ben servito dal servizio della metro blu e dalle linee del tram 4-6. L’architettura della zona ricorda come, il suo sviluppo, sia legato alla storia della borghesia ebraica con palazzi belli ed eleganti. Il punto più interessante di questo distretto è la vicinanza all’Isola Margherita e al bellissimo Danubio che, anche se non è più blu come lo vedeva Strauss, è sempre molto affascinante. Bellezza e servizi di trasporti si abbinano anche ad un’offerta commerciale molto ricca grazie al mercato a Lehel ter o il centro commerciale Westend.

La zona più bella di Pest è il Distretto VI, adornato di palazzi antichi ed eleganti. La parte centrale presenta una vasta offerta di locali, mentre la parte più esterna è tranquilla e ricca di verde. Se pensate di prendere casa in questa zona, evitate via Nagymezo perché è ricca di discoteche che potrebbero disturbare il vostro riposo.

Il Distretto VII, invece, è la zona più amata dagli studenti. Conosciuto anche come quartiere ebraico o distretto dei party, è una zona molto movimentata, ricchissima di locali e piena di stranieri che raggiungono la città per studiare. Se non siete studenti, non è consigliabile prendere casa qui.

A Budapest amano le divisioni! Infatti anche il distretto VIII è diviso in due! La zona centrale, conosciuta anche come quartiere dei Palazzi, è il settore più elegante , mentre la parte esterna è definita il distretto dei rom. Molte associazioni e molti locali stanno cercando di far cambiare immagine alla zona.

Uno dei distretti più belli di Pest è il Distretto IX o Ferencvaros. Zona tranquilla vicino al Danubio,  con una via centrale piena di ristoranti e locali e, non molto lontano, “Il Grande Mercato Coperto” di Budapest.

Per avere un’idea dei costi della vita nella città magiara, basta pensare che:

  • l’affitto di un monolocale, comprese le utenze, va da 400 a 530 euro (120.000/160.000 HUF);
  • un trancio di pizza va da 0,80 a 1 euro (200/300 HUF);
  • un boccale di birra grande costa 1-2 euro.

Insomma, i costi sono molto simili a quelli che ci sono in Italia, con qualche lieve inflessione verso il basso per alcuni prodotti locali. Se vuoi saperne di più ti consiglio di leggere questo articolo dettagliato sull’Ungheria, dove troverai informazioni su lavoro, stipendi, economia e consigli su cose pratiche come l’alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *