Sciatica: come prevenirla efficacemente

Nervo sciatico

La sciatica è un dolore causato dall’infiammazione del nervo sciatico, che si interessa la parte bassa della schiena, glutei, cosce e gambe. Il dolore più o meno acuto, ed a intermittenza si localizza in tali punti.  Nella forma acuta, il dolore può limitare i movimenti e avere un impatto negativo sulla qualità della vita.  La causa più frequente è l’ernia del disco. Si comprime il nervo lombare causando irritazione e dolore.  Sembrerà strano ma il fatto che molti uomini tengano il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni, significa che, ogni volta che si siedono, il loro bacino ha un rialzo su un lato solo. In tal caso si assume una posizione asimmetrica, niente di più sbagliato.

La sciatica è un problema causato anche da sforzi di sollevamento pesi. Quando solleviamo un peso, tendiamo a caricare la parte anteriore, spingendo il disco lombare indietro, danneggiandolo ulteriormente.

COME PREVENIRLA

Per prevenire la sciatica, è importante fare attività  fisica, soprattutto per chi è sedentario. Per chi è costretto a passare molte ore dietro una scrivania, in ufficio, è bene che tenga una postura corretta sulla sedia. Fare due o tre volte esercizi mirati con lo stretching, lo yoga,   permette di rafforzare i muscoli e di allungarli. Sono altresì efficaci la corsa, la bicicletta in quanto contribuiscono ad ottenere una buona muscolatura.

Altra prevenzione è il giusto sollevamento carichi. Se dobbiamo sollevare dei pesi, è importante, mantenere la schiena dritta, allargare le gambe, piegare le ginocchia per raccogliere l’oggetto, è infine stendere le ginocchia per sollevate il peso. Infine se abbiamo la necessità di girarci, non ruotiamo la schiena, bensì i piedi.

SE LA SCIATICA HA FATTO IL SUO CORSO

Nel caso in cui la sciatica avesse fatto il suo corso, come si interviene? Per prima cosa bisognerà individuare l’origine del dolore. Quindi una diagnosi approfondita. Dopodiché si procede con un trattamento appropriato per disinfiammare il nervo sciatico, tramite terapia farmacologica che attività motoria.

Il secondo passo è iniziare un trattamento di riequilibrio posturale, di allungamento, rinforzo. Quindi via libera ad attività di pilates o yoga, nuoto.

Il terzo passo è la corretta alimentazione. Si, bisogna stare attenti a ciò che si mangia. Per chi soffre di ernia al disco, è necessario eliminare lo zucchero dalla dieta, perché è il responsabile dell’indebolimento dei legamenti. Via libera a frutta e verdura di stagione.

Fonte foto Henry Vandyke Carter [Public domain], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *