La riflessologia del piede e della mano: benefici

Riflessologia plantare

Tecnica che affonda le sue radici nei tempi antichi, la riflessologia plantare è in grado di alleviare piccoli fastidi e disturbi in maniera assolutamente naturale.

Molto utilizzato per combattere il mal di testa oppure per ridurre il mal di schiena, il massaggio di riflessologia è praticato anche per sciogliere la tensione alle spalle oppure per mitigare i piccoli fastidi connessi al raffreddore.

Cos’è e come funziona la riflessologia del piede

La riflessologia plantare è un vero e proprio massaggio che l’operatore pratica effettuando una leggera pressione sulla pianta del piede e sugli altri punti riflessi. La stimolazione dei punti della riflessologia plantare presenti sul piede consente all’operatore di agire indirettamente su determinati organi o parti del corpo ad essi connesse.

Ed è proprio su questo principio che si basa il funzionamento della riflessologia plantare: la stimolazione e la pressione delle terminazioni nervose presenti sulla pianta del piede consente all’operatore di mandare un “messaggio” ben preciso al cervello che si attiverà per farci stare meglio.

Riflessologia plantare: i benefici

La riflessologia viene praticata effettuando un semplice massaggio ai piedi: una tecnica tutt’altro che invasiva che ci permette di ottenere eccellenti risultati. Molteplici e numerosi sono i benefici della riflessologia plantare.

Questa tecnica viene usata per migliorare la postura, per combattere stress e ansia, oppure per lenire l’insonnia. Il massaggio del piede è particolarmente efficace anche per risolvere dolori articolari o muscolari oppure per contrastare fastidiose cefalee. Molto utile nel post operatorio, la riflessologia plantare è particolarmente indicata anche in gravidanza (non durante l’intera gestazione, però, e da questo punto di vista è bene consultare il riflessologo per scoprire tutte le controindicazioni del caso), in menopausa oppure in allattamento.

Riflessologia della mano: cos’è

Oltre al massaggio plantare, è possibile praticare la riflessologia della mano, una tecnica molto simile al massaggio del piede. Nella riflessologia della mano, l’operatore stimola determinati punti del palmo della mano che sono connessi a determinati organi del nostro corpo.

Ad esempio, le estremità delle dita corrispondono al cervello mentre al palmo della mano corrispondono il cuore ed i polmoni. Massaggiando la parte inferiore della mano ed il polso è invece possibile stimolare gli organi sessuali.

Utile per ridurre tensioni oppure per combattere piccoli e fastidiosi disturbi, la riflessologia della mano è una tecnica molto antica che si basa sugli stessi principi dell’agopuntura e del massaggio shiatsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *