Cosa è il pc modding?

Pc modding

Se il tuning rappresenta la massima espressione della personalizzazione di un veicolo, il modding ne può essere considerato l’alter ego in campo informatico.

Anche in questo caso si tratta dell’opera di appassionati che si votano alla creazione di un esemplare unico, quasi inimitabile.

Ma il case modding o, più semplicemente pc modding, cos’è nello specifico?

Il modding rappresenta quell’insieme di scelte funzionali che un utente decide di apportare al proprio computer per migliorarne le prestazioni, unitamente ad un accentuato effetto scenico. Sì, perché il vero modding è proprio questo: un delicato equilibrio tra le prestazioni e il gusto estetico. A voler estremizzare, rimanendo nel campo del “duro e puro”, la persona che modda un computer è paragonabile a colui che si crea la moto “chopper” da sé. Chi la fa da padrona è la visione estetica che l’utente dà del suo case, modificandone il colore, applicando aperture che diventeranno autentiche finestre sull’interno del computer, ideando soluzioni cromatiche e ausilii di luci che creeranno effetti unici.

Il modding ha visto gli albori nel periodo compreso fra gli ultimi anni del secolo scorso e gli inizi di quello attuale, ad opera di quei nerd che overcloccando i propri pc necessitavano di maggiore ventilazione, non garantita dal case “normale”. Non solo: l’assemblaggio di macchine utilizzanti componenti diversi fra loro poteva richiedere maggiore spazio rispetto a quello previsto dal costruttore in fase di progettazione, da qui la necessità di “fare spazio” nel case, praticando soluzioni fai da te. Aggiungeteci il fatto che i primi case erano concepiti come il semplice contenitore di una macchina operatrice (per il costruttore questo era il pc), in un ameno colore beige e senza nessuna soluzione estetica e avrete il “brodo primordiale” da cui è nato il concetto di modding.

La sua portata è stata tale che oggi il mercato offre prodotti concepiti appositamente per il tuning, ops… scusate, per il modding del computer.

Anche i produttori non sono stati a guardare e oggi propongono soluzioni “chiavi in mano” in cui il computer esce di fabbrica già moddato, con finestre laterali protette in materiali trasparenti come il plexiglas che permettono la visuale dell’interno macchina, reso gradevole dalla presenza di led colorati, in alcuni casi dotati di giochi di luci. Né mancano situazioni in cui il liquido di raffreddamento è colorato (molti computer moddati utilizzano queste soluzioni tecniche) per aumentare ulteriormente l’effetto scenografico durante il funzionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *