Nuova Fiat 127 – Cosa c’è di vero sul ritorno di un’auto storica?

Fiat 127

Se ne parla da tanto, le voci di corridoio girano più che mai, dal 2013 circolano le foto … la nuova Fiat 127 è realtà? Quest’auto storica sta davvero facendo il suo ritorno, o è solo una leggenda metropolitana?

In realtà la risposta sta nel mezzo. Effettivamente c’è una nuova Fiat 127, come le foto possono dimostrare, tuttavia si tratta di un modello omaggio, un restyling effettuato dal designer David Oberdorfer, ma non c’è nulla di ufficiale riguardo un’eventuale messa in commercio di una nuova Fiat 127.

La prima Fiat 127 fu messa in commercio nel 1971, al fine di sostituire la vecchia Fiat 850, ormai diventata obsoleta. Questa storica auto è rimasta in commercio fino al 1983, anno in cui nacque la Fiat Uno, che la rimpiazzò. Ciò che caratterizzava la Fiat 127 erano le linee pulite e le forme semplici, le quali la resero l’auto storica che è oggi, indimenticabile agli occhi degli appassionati. Tuttavia si tratta molto più che di semplici linee. La Fiat 127, all’epoca in cui fu presentata, rappresentava una vera rivoluzione a livello meccanico. Tanto per cominciare, il motore era anteriore trasversale, opposto al più tipico posteriore, e poi, la trazione era sulle ruote anteriori invece che posteriori, come prima. Il pianale venne completamente rinnovato, e per quanto riguarda le sospensioni, queste invece seguono lo schema 4 ruote indipendenti con sospensione anteriore e posteriore a balestra trasversale.

La Fiat 127 ani ’70 presentava anche elementi in comune con il passato, in particolare con la Fiat 850, ovvero il motore 100, dotato di 4 cilindri con albero a camme laterale e distribuzione ad aste e bilancieri.

Ecco, prendendo tutte queste caratteristiche uniche, e la classe che ha conquistato tanti automobilisti, viene fuori, come dicevamo, un’auto storica, il che spiega perché un appassionato di questo modello come David Oberdorfer abbia deciso di reinventarlo. Lo scopo è omaggiare il modello anni ’70 riproponendolo fedelmente, ma pure aggiungendo caratteristiche nuove e moderne.

La nuova Fiat 127, che purtroppo rimane solo una versione digitale, in render, è infatti molto fedele all’originale. Possiamo partire dal cofano motore “liscio”, sempre identico a quello della vecchia Fiat 127, e poi il parabrezza inclinato, il padiglione posteriore con le sue linee più dolci, per arrivare fino alla coda, coi suoi gruppi ottici a sviluppo orizzontale in tutto e per tutto simili all’originale anni ’70. Persino le vetrate sono identiche all’originale.

Ciò che è diverso sono: la fiancata, la quale è percorsa da una leggera nervatura che prima non c’era, ma soprattutto il frontale, sebbene comunque mantenga anch’esso dei forti richiami al passato, come la mascherina squadrata e i fanali sdoppiati. Gli interni però sono forse ciò che più di tutto cambiano. Certo non manca l’aria retrò in omaggio all’originale, ma la console centrale rispecchia pienamente le nuove tecnologie che abbiamo a disposizione oggi, come l’aggiunta del tablet nella console centrale come impianto di infotainment.

La nuova Fiat 127 è pensata per essere più di un semplice esercizio di stile, volendo, non sarebbe troppo complicato né costoso realizzarla, ma almeno per il momento la casa automobilistica non sembra avere intenzione di metter in pratica il progetto. Per ora si può solo starsene sognanti a fissare il rendering, rimirando un sogno che è destinato a rimanere tale almeno per adesso … chissà che fra qualche anno le cose non cambino.

Foto by Riley from Christchurch, New Zealand (1976 Fiat 127) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *