Messa in sicurezza della casa: quali interventi effettuare?

Tetto in amianto

Le abitazioni, soprattutto quelle costruite molti anni fa, hanno bisogno di una manutenzione costante per rientrare nelle opportune condizioni di sicurezza. Alcuni interventi sono, quindi, necessari per vivere nel modo migliore ed evitare problemi in futuro. Ecco alcuni consigli sui lavori da effettuare per proteggere la tua casa.

Smaltimento strutture in amianto


Mettere in sicurezza la casa significa, prima di tutto, assicurarsi che non ci siano degli elementi pericolosi per la salute. Soprattutto se si tratta di un’abitazione di vecchia costruzione, bisogna accertarsi che non ci siano degli elementi in amianto. Questo materiale, vietato dal 1992, è ancora oggi presente in grande quantità in tutto il territorio italiano. È, quindi, importante procedere alla rimozione dell’amianto: è un intervento molto semplice che richiede poco tempo. Tuttavia, bisogna contattare un’impresa edile specializzata in lavori di questo tipo, perché maneggiare questo materiale può essere molto pericoloso per la salute, per via delle componenti volatili che possono essere facilmente inalate. C’è quindi bisogno di un professionista che abbia esperienza in questo campo e possegga l’attrezzatura adatta.

Interventi edili di messa in sicurezza


Un altro modo per mettere in sicurezza la tua abitazione è rinforzarne la struttura. In un territorio come il nostro, in cui sono molto frequenti i terremoti, è importante procedere con l’inserimento di alcuni rinforzi in metallo che vanno ad unire le pareti dell’abitazione. Queste fanno sì che non si muovano, o che lo facciano insieme, durante le scosse di terremoto. Bisogna anche intervenire sui pilastri portanti, controllando e, se è necessario, inserendo dei controventi in acciaio o dissipatori sismici che isolano l’edificio dalle scosse.

Proteggi la casa contro le effrazioni

Una volta effettuati questi interventi, non resta che rendere la casa a prova di ladri. Negli ultimi anni il numero di furti è sceso, ma si aggirano intorno ai 702 mila nel 2017 (dati Istat), sempre una cifra molto elevata.

Per questo, installare dei sistemi di sicurezza è molto consigliato, soprattutto se vivi in città o in aree isolate. Dal momento che gli infissi possono essere facilmente forzati per entrare negli ambienti domestici, puoi iniziare installando delle nuove finestre blindate. Per completare il tutto, puoi scegliere anche persiane e inferriate, soprattutto se sei al piano terra.

È importante anche ricorrere alla tecnologia e con degli impianti di allarmi all’avanguardia che utilizzano delle videocamere per tenere sotto controllo l’area intorno alla casa.

Questi sistemi sono anche collegati con i numeri di emergenza tra cui quello delle forze dell’ordine che intervengono così solo su eventi certi (in linea con la normativa vigente) e dunque con tempestività.

Per tutte queste opere che contribuiscono alla messa in sicurezza della casa sono previste agevolazioni fiscali, confermate anche nel 2018 nella Legge di Stabilità. Per gli infissi è possibile ottenere fino al 50% di detrazioni, mentre la rimozione dell’amianto rientra nell’Ecobonus con una detrazione del 65% e la messa in sicurezza della struttura inclusa nel Sisma Bonus, si arriva fino al 85%.

Non resta che richiedere un preventivo ristrutturazione casa ed effettuare questi interventi il prima possibile.