Giovinazzo centro storico e dintorni

Porto Giovinazzo Tamburo

A circa 19 km a nord di Bari, sorge Giovinazzo, comune pugliese con poco più di 20mila abitanti. Dal 2015 fa parte, insieme ad altri 40 comuni, della città metropolitana di Bari che ha sostituito la ex provincia omonima. Giovinazzo si affaccia sul mare e il suo porto è uno dei più belli e caratteristici della zona, con il “paese vecchio” che lo sovrasta, creando insieme allo stesso porto, un crogiulo di colori che lascia estasiati i suoi stessi abitanti.

Ed è proprio dal “paese vecchio” che inizia il nostro viaggio. Un viaggio che ci rivelerà un mondo, quello dell’antica Juvenis Netium. Alle spalle del palazzo del Comune entriamo nel paese vecchio attraversando l’Arco di Traiano, una delle sue antiche vie d’accesso. Arco Traiano Giovinazzo Da qui in poi sarà un susseguirsi di architetture religiose, antichi palazzi, camminando su strette e caratteristiche stradine lastricate con le “chianche” pavimenti in pietra calcarea pugliese. Pochi passi dopo aver superato l’arco, troviamo sulla nostra sinistra la Chiesa di Costantinopoli nel 1528.

Da ammirare il bel rosone e la statua di S. Cristoforo, realizzata dallo scultore giovinazzese Antonio Altieri. Di fronte alla chiesa troviamo piazza Costantinopoli, Piazza Costantinopoli Giovinazzo con la sua caratteristica fontana dell’acquedotto pugliese 1914 e con una statua di San Michele. Si possono percorrere entrambe le stradine che costeggiano la piazza, oppure continuare dritto e tornare in seguito su questa piazza, arrivando alle sue spalle. Continuando dritto, troveremo sulla nostra sinistra l’arco del vento che ci permette di arrivare con lo sguardo fino al porto. Arco del vento

Attraversatelo pure per passare dall’altra parte e godere la vista dall’alto sul porto. Poi da li potete continuare la passeggiata che sovrasta il porto, oppure tornate indietro e riprendete a percorrere la stradina. Cambia il paesaggio ma dopo pochi metri vi ritroverete ugualmente davanti alla Cattedrale. Cattedrale di GiovinazzoQuesta cattedrale fu costruita nel 1113, consacrata nel 1283 e rimaneggiata nel 1747.

Ripredendo il nostro cammino potremmo non fare caso alla stradina che si trova alle spalle della Cattedrale. Non fate questo errore, percorrete questa stradina, poi in fondo girate a sinistra e vi ritroverete a godere di un panorama mozzafiato sul mare. Questo posto era chiamato “la finestrella” perchè era possibile godere quella vista attraverso una piccola finestra in un alto muro di pietre. Oggi di quel muro non è rimasto quasi più niente, ma ci sono dei divisori in ferro.

Giovinazzo finestrella

Torniamo indietro, ripassando davanti alla Cattedrale e alla nostra sinistra troviamo subito un altro gioiello: il Palazzo Ducale. Ecco nella successiva foto Cattedrale e Palazzo Ducale insieme.Cattedrale e Palazzo Ducale Giovinazzo

Il palazzo ducale, edificato nel 1659, è un palazzo-castello di forma quadrangolare. Di fronte al palazzo Ducale sarete attratti da un bellissimo e ampio arco che probabilmente oltrapasserete per salire i suoi scalini. Di fronte c’è un locale gastronomico, sulla destra una strada strettissima dove passa una persona alla volta. Percorrete questo breve tratto che ricorda tanto quello delle giostre dei mostri e vi ritroverete in piazza Meschino, la piazza più grande nel centro storico. piazza Meschino Giovinazzo In questa piazza si svolgono spesso mercatini o spettacoli e manifestazioni culturali. Da questa piazza potrete continuare seguendo diversi percorsi. Girando a destra tornerete in breve tempo in piazza Costantinopoli, andando dritto vi addentrerete in altri percorsi interessanti ma vi consiglio tornare indietro, scendere la scalinata e proseguire qualche metro, seguendo la svolta obbligata a destra e poi salite la scalinata sulla vostra sinistra: vi ritroverete sull’imponente muraglia. Da qui, alzandovi in punta di piedi, avrete un’incantevole vista sul mare di ponente.Giovinazzo mare muraglia

La strada si abbasserà dolcemente e non sarà più possibile vedere il mare, mentre pian piano apprezzerete l’altezza della muraglia. Panchine in pietra e ornamenti floreali saranno il pretesto per scattare qualche foto romantica, poi al termine della strada avrete il mare di fronte a sinistra. A destra invece si inerpica una caratteristica strada curva in salita adiacente alla quale troviamo piazza San Salvatore.

Piazza-San-Salvatore-Giovinazzo

Rimarrete certamente incantati da tutto quello che vi sta intorno e potrete anche fare una pausa approfittando dei tanti muretti o panchine in pietra. A questo punto avrete a disposizione due alternative, una passeggiata sul lungomare o continuare il giro del centro storico. Vi consiglio di terminare la visita nel paese vecchio, al lungomare tornerete magari di sera, potendo approfittare per mangiare una pizza. Vico-Freddo-GiovinazzoPassarete davanti ad una grande scalinata, potrete attraversare altre stradine strettissime e restare ammirati fra Chiese, balconi fioriti, archi e antichi palazzi. Potete uscire sulla piazza, oppure ritrovarvi di fronte all’arco Traiano da cui è iniziato il vostro tour nel centro storico. Tirate dritto per fare una visita al porto. Ecco cosa ci ritroveremo davanti. Il porto di Giovinazzo con il suo famoso e caratteristico Tamburo e i tanti pescherecci. Sarà possibile percorrere la strada del porto e vedere da vicino le barche e poi risalire a livello delle strada e proseguire fino al braccio, altro caratteristico posto dove passeggiare e godersi un romantico tramonto.
Porto-Giovinazzo-Tamburo

Giovinazzo non è solo centro storico, ci sono chilometri di lungomare con le sue spiaggie scogliose, c’è la piazza Vittorio Emanuele con la sua fontana dei Tritoni, ci sono decine e decine di bar e locali dove poter mangiare e bere di qualità.

Piazza-Vittorio-Emanuele-II

Con questa immagine concludiamo il nostro viaggio al centro storico di Giovinazzo e dintorni, ma il vostro è appena cominciato perchè ci sono davvero molte altre cose da vedere in questo paese a misura d’uomo, che si è sviluppato sempre tenendo come riferimento quello della bellezza. Perciò visitate la villa comunale, il viale alberato che vi porta alla stazione, il viale degli innamorati e tutte le piazzette e palazzi che ogni quartiere può vantare.

Quando è sera prendetevi una pizza d’asporto e andate a mangiarla sul lungomare, con il melodioso suono delle onde che si infrangono sulla spiaggia.

Dove alloggiare a Giovinazzo?

Se cercate un posto tranquillo a pochi metri dal mare, con un servizio di buonissimo livello e con prezzi relativamente bassi, l’Hotel Mediterraneo mette a disposizione della clientela camere confortevoli, silenziose e con tutti i principali servizi a disposizione. Se desiderate, nella hall dell’albergo è disponibile il servizio Stasera in TV che consiste nell’uso libero e gratuito della famosa guida online anche tramite il vostro smartphone.

Il personale sarà a vostra completa disposizione per aiutarvi negli spostamenti verso i bellissimi posti della Puglia da visitare. Raggiungere Bari è infatti facilissimo grazie al servizio bus con fermata a 100mt dall’albergo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *