Come depilare la zona bikini

Donna in spiaggia

I peli superflui sono il cruccio di ogni donna soprattutto se l’estate è alle porte. Per un look a prova di brasiliana, la depilazione della zona bikini diventa questione di vita o di morte. Sempre meno sono le donne che si affidano alle professioniste del settore e sempre di più quelle che prediligono una depilazione fai da te. Le motivazioni sono diverse, tempi e costi sicuramente le principali.

Depilare la zona bikini è comunque un’operazione delicata: il metodo migliore deve essere scelto in base alla natura della nostra pelle e bisogna seguire piccoli accorgimenti per evitare irritazioni e la comparsa di peli sotto pelle.

Depilare la zona bikini: il rasoio

Il rasoio è il metodo più veloce, low cost e indolore per eliminare i peli superflui da pube e inguine. Il suo utilizzo ha, però, degli svantaggi: i peli ricrescono più velocemente perché non sono strappati dal bulbo ed è più facile che la zona depilata si irriti. I consigli per una giusta depilazione con il rasoio sono di scegliere un rasoio con più lame, mai farlo a secco (molto meglio applicare un gel o un altro prodotto che ammorbidisca la zona), dedica il tempo necessario alla post depilazione applicando una crema che idrati e lenisca (sceglietene una all’aloe vera che agisce contro le irritazioni) e che non sia profumata.

Depilare la zona bikini: la cera

La ceretta è il metodo più duraturo per depilarsi anche se non indolore. Tante donne scelgono di affidarsi a professioniste sia per comodità che per esperienza, molte altre scelgono di farla da sole, in barba al dolore. Depilarsi con la cera da sola necessità di una buona dose di forza di volontà: il dolore dello strappo non deve farvi tentennare ma sarà necessaria mano sicura e decisa. Armandovi di talco e di uno specchio potrete tranquillamente fare la ceretta da sole: depilate piccole zone per volta, applicate il talco sulla zona interessata, passate uno strato di cera, applicate la striscia facendo attenzione che aderisca alla perfezione e poi tirate contropelo con decisione. Ricordatevi dell’importanza di applicare una crema idratante a epilazione conclusa.

Depilare la zona bikini: l’epilatore elettrico

Strumento demoniaco, la depilazione con l’epilatore elettrico è molto efficace ma anche molto dolorosa. Come la cera, anche questo metodo garantisce un’epilazione efficace e con una durata almeno di tre settimane. Non è consigliata per una depilazione integrale né per l’eliminazione dei peli superflui nella zona più intima perché le pinzette potrebbero lesionare il sottile strato di pelle di queste zone. È molto importante scegliere l’epilatore elettrico con delle testine specifiche per l’epilazione delle parti più delicate. Anche questo metodo necessita di accorgimenti: esfoliate le zone da trattare con l’epilatore sia prima che dopo perché questo sistema favorisce la crescita di peli sottopelle.

Depilare la zona bikini: la luce pulsata

Negli ultimi anni sono aumentati i trattamenti con la luce pulsata sia nei centri estetici che fai da te (esistono in commercio diversi epilatori a luce pulsata che possono essere utilizzati in totale sicurezza). Il trattamento con la luce pulsata è il metodo di epilazione più costoso anche se ha notevoli vantaggi: i peli vengono eliminati alla radice e ricrescono in quantità molto ridotta.

Un commento

  • Che i peli siano più brutti dopo rasati è un impressione temporanea. Ma se anche accadesse perché preoccuparsi così. Basta passare nuovamente la lametta. Si sa, quando si inizia, che è un metodo temporaneo e si deve continuare. Che ingrossino o che rimangano gli stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *