Curarsi al naturale con l’argento colloidale

E’ il più valido antibiotico naturale eppure per molti è ancora sconosciuto. Scopri i vantaggi e gli effetti terapeutici dell’argento colloidale.

L’omeopatia è ormai di moda. Per quanto continui l’annosa disputa tra i sostenitori della medicina naturale e quelli della medicina omeopatica, il numero di persone che si rivolgono agli specialisti in cure naturali (dall’omeopata, al naturopata, al floriterapeuta, ecc.) aumentano di anno in anno. Le ragioni di questo successo sono molteplici: una sempre maggiore diffidenza nei confronti delle cause farmaceutiche , l’insoddisfazione rispetto al servizio Sanitario Nazionale, gli elevati costi delle visite specialistiche e, non ultimo, il desiderio di sperimentare le terapie della medicina alternativa laddove la medicina tradizionale ha fallito o non ha prodotti i risultati sperati. Inoltre, negli ultimi tempi, si è assistita ad un’ ondata di salutismo che ci spinge sempre più ad informarci sulle proprietà curative dei rimedi naturali, per prevenire infezioni, infiammazioni e malanni stagionali. Ciononostante esistono alcuni validissimi rimedi omeopatici che ancora non hanno catturato l’attenzione delle masse, pur meritandola a pieno titolo vista la loro comprovata efficacia: parliamo dei metalli colloidali, ossia quei metalli nobili che, in seguito ad un processo chimico chiamato elettrolisi, conseguono delle proprietà curative soprattutto nei confronti delle infezioni. In particolare, l’argento colloidale, che viene considerato come l’alternativa naturale più valida agli antibiotici per la sua indiscussa azione disinfettante, merita una menzione speciale. Ecco che nelle prossime righe proveremo a spiegarvi brevemente quali sono i vantaggi e le proprietà curative di questo rimedio omeopatico. Per informazioni più precise e dettagliate vi rimandiamo al sito di sante naurels che da tempo lo commercializza online come uno dei suoi prodotti di punta.

Cosa è l’argento colloidale e quando conviene utilizzarlo.

L’argento colloidale tecnicamente è una dispersione di particelle finissime di argento all’interno di un liquido purissimo, come, ad esempio, l’acqua bi distillata. Si presenta come un liquido giallo paglierino inodore e può essere usato per uso topico, ingerito oppure assunto per via endovenosa. Non è un’invenzione recente; prima della scoperta della penicillina, infatti, veniva utilizzato come presidio medico per contrastare qualunque tipo di infezione (intestinale, urogenitale, respiratoria, ecc.), per accelerare la cicatrizzazione delle lesioni cutanee e delle ulcere e per sterilizzare la strumentazione chirurgica. Le particelle ioniche disperse all’interno di questa soluzione riescono ad aggredire l’agente patogeno e a bloccarne il metabolismo, causandone la morte nel giro di pochissimi minuti. Questo li rende universalmente validi nel debellare le infezioni a differenza degli antibiotici che, ultimamente, stanno perdendo di efficacia per via del fenomeno dell’antibiotico-resistenza. Gli antibiotici, infatti, attaccano il DNA dei batteri rendendoli inoffensivi, ma, negli ultimi tempi, un numero sempre crescente di virus e batteri hanno sviluppato delle mutazioni genetiche che rendono assolutamente inefficaci questi farmaci. Ecco perché è quanto mai importante trovare delle alternative agli antibiotici e, tra queste, l’argento colloidale è sicuramente la più valida, perché è al cento per cento naturale, ha un’efficacia comprovata e non presenta alcun effetto collaterale. Inoltre, rispetto al passato, ha dei costi di produzione più contenuti ed è facilmente reperibile online e, avendo uno spettro di azione estremamente ampio, può essere utilizzato praticamente sempre, l’importante è accertarsi che sia di buona qualità e, ovviamente, rispettare la giusta posologia. Inutile precisare che, per quanto valido, l’argento colloidale non può essere considerato come la panacea di tutti i mali e che è sempre opportuno consultare il medico per effettuare una precisa diagnosi della patologia o dalla tipologia di infezione da cui si è affetti.

Ci auguriamo che le informazioni che vi abbiamo fornito vi tornino utili e che vi spronino ad approfondire la conoscenza delle proprietà e degli utilizzi dell’argento colloidale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *