Cosa vedere in Sicilia in una settimana. Consigli e itinerario

Sicilia

La Sicilia, situata al centro del Mar Mediterraneo, è una terra affascinante e seducente che attrae visitatori da ogni parte del mondo come una forza magnetica. Chi arriva per la prima volta su quest’isola resta affascinato dal paesaggio in cui coesistono allo stesso tempo elementi marini, montani e vulcanici. È ideale per ogni tipologia di viaggio, da quello di relax a quello più avventuroso. Infatti, è possibile praticare ogni tipo di sport, come escursioni, passeggiate, nuoto e spettacolari immersioni per osservare la barriera corallina.

La Sicilia è un luogo incantevole dove potersi far coccolare dal paesaggio stesso. Molto rinomata è la cucina: nonostante vi sia una stratificazione di culture diverse, sono molti i piatti tipici preparati con pochi ma gustosi ingredienti locali. Oltre a queste caratteristiche, l’isola vanta un grande patrimonio artistico, dove l’elemento del mondo classico è diventato parte integrante delle strutture più moderne.

Posti da visitare in Sicilia

La Sicilia è una terra ricca di luoghi da visitare, dotata di un patrimonio artistico da fare invidia a chiunque. È l’isola più grande del Mediterraneo e per visitarla non basterebbe un mese. Di solito infatti, gli itinerari sono divisi per Sicilia orientale e occidentale. Per visitare una parte dell’isola, abbiamo bisogno di una settimana di vacanza, ma vediamo quali sono le località più famose e visitate della Sicilia:

Taormina

Taormina è una cittadina dotata di un fascino magnetico, capace di attirare ogni turista amante della storia antica. È ricca di monumenti, chiese e vie storiche in cui è possibile toccare con mano la storia di quest’isola. Una delle strade più importanti è il Corso Umberto I che è diventata una delle vie più chic di Taormina dove poter fare acquisti. Molto importante e suggestivo è il teatro greco dove è possibile recarsi la sera per assistere a magnifici spettacoli.

Agrigento

Anche Agrigento vanta di una storia antica. Ancora oggi è possibile visitare la famosa valle dei Templi, testimonianza dell’epoca classica. Oltre alla città, ci sono tanti luoghi da visitare nei dintorni. In prevalenza, sono siti archeologici di epoca greca e siti naturalistici come spiagge e riserve.

Cefalù

Dalle graziose case di pietra, Cefalù è caratterizzata da una spiaggia straordinaria che richiama da sempre milioni di turisti. Da non perdere è il Duomo con i suoi affreschi e mosaici risalenti al periodo bizantino. Merita una visita anche la Basilica che è divenuta patrimonio dell’UNESCO.

Palermo

Palermo è uno dei centri più importanti della vita siciliana. Molti sono i musei, i teatri, i monumenti e i palazzi storici dallo stile barocco che diventano un tutt’uno con i grandi mercati pieni di colori. Una delle principali attrazioni per i turisti è la visita della Cattedrale in cui vi sono raffigurazioni che raccontano la storia del popolo siculo.

San Vito Lo Capo

Non possono mancare i lidi e le spiagge, come quelle di San Vito Lo Capo, dove l’acqua del mare è limpida e cristallina. Un paesino di pescatori che negli ultimi anni è divenuto un’attrazione per molti turisti europei che scelgono di passare le proprie vacanze all’insegna del relax, della natura e del buon cibo.

Catania e il vulcano Etna

Merita di essere menzionata anche Catania che con l’Etna attrae milioni di turisti incuriositi da questo imponente vulcano. La città di Catania ha un centro storico di tutto rispetto, con tanti punti d’interesse storico e culturale da poter visitare. Sull’Etna invece, si possono programmare diversi itinerari per vedere e conoscere il vulcano e i piccoli centri abitati.

Isole Eolie

Da non dimenticare sono le Isole Eolie che vantano paesaggi magnifici e attrazioni di tutti i tipi. Tra le isole della Sicilia, senza dubbio, le Eolie sono le più visitate e apprezzate. Un luogo fantastico per chi ama fare immersioni e scoprire le meraviglie del nostro fondale marino.

Itinerario consigliato

Come per tutte le altre mete turistiche, viaggiare nei mesi estivi di alta stagione (Luglio/Agosto) comporta maggiori spese, poiché i prezzi salgono alle stelle. Tuttavia, la Sicilia è un’isola splendida che può essere apprezzata al meglio anche in periodi meno affollati dai turisti. Come nel mese di Maggio/Giugno, oppure a Settembre, quando i prezzi scendono notevolmente.

Di seguito ti proponiamo un itinerario “fai da te” che può essere un’ispirazione per il tuo viaggio nell’incantevole Sicilia.

1° giorno Milazzo:

Sbarco con il traghetto a Milazzo per rimanere tre notti. Dopo la sistemazione in hotel, un po di relax nella Spiaggia di Ponente o nella Piscina di Venere. Da visitare il Castello di Milazzo e la Chiesa di San Francesco di Paola. Nelle vie del centro si trovano anche molti negozi per fare shopping. Consiglio di alloggiare a Milazzo per due notti, da qui è possibile spostarsi facilmente verso le isole Eolie.

2° giorno Lipari:

La mattina presto si parte con il traghetto per le isole Eolie, per arrivare a Lipari. Una volta sbarcati, decidiamo di fare una lunga passeggiata per raggiungere la cresta del vulcano e godere delle bellezze della White Beach. Il resto della giornata la passiamo in spiaggia, si ritorna nel tardo pomeriggio, con l’ultimo aliscafo disponibile verso Milazzo.

3° giorno Panarea:

Partenza da Milazzo per la famosa Panarea che viene considerata una delle isole più “alla moda” dell’arcipelago delle isole Eolie. Visita della baia Cala Junco e sosta per una nuotata o immersione nelle acque della Caletta degli Zimmari. Visita dell’isola, in cui si possono osservare le caratteristiche vie e scorci di paesaggistici unici. È anche il luogo ideale per lo shopping.

4° giorno Cefalù:

Partenza al mattino presto con il traghetto per Cefalù. Un pò di relax sulla spiaggia per godere del magnifico paesaggio. Pranzo in uno dei deliziosi localini sul mare. Nel pomeriggio, passeggiata tra il centro storico e il lungomare. Non mancano le attività culturali come mostre e concerti all’aperto. Verso sera, dopo aver noleggiato un auto, ci spostiamo verso Palermo per passare la notte nell’alloggio prenotato.

5° giorno Palermo:

Per visitare Palermo occorrono almeno tre giorni, quindi pernotteremo per due notti. Visita alla Cattedrale di Palermo e al Palazzo dei Normanni. Da vedere assolutamente è il centro storico della città, con le sue numerose chiese, palazzi nobiliari, piazze e piccole vie. Passeggiata nella bellissima Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo dove potrai ammirare le specie vegetali e animali che popolano queste preziose terre.

Cosa mangiare in Sicilia

Oltre al patrimonio artistico e culturale, la Sicilia offre itinerari gastronomici di elevata qualità. Sono molti i piatti tipici di cui vanta quest’isola spettacolare. La “pasta chi sardi” è un piatto stagionale a base di pesce che è in grado di soddisfare le papille gustative anche dei più esigenti. Una variante è la “pasta con le sarde alla trippitara“, anche questa a base di pesce.

Se quest’estate sceglierai come meta turistica la splendida Sicilia, non dimenticare lo Street Food, resterai deliziato! Da assaggiare è il gustoso “panino alle panelle“, con frittata alla farina di ceci o “le arancine“.

Oltre alla cucina salata, merita di essere menzionata anche quella dolce. In ogni pasticceria è possibile trovare dolci tipici come cannoli siciliani, cassate, dolci alle mandorle, granite e gelati, una vera e propria delizia per il palato!

Come viaggiare in Sicilia

È possibile raggiungere l’isola attraverso traghetti o, nel caso in cui si voglia ridurre i tempi, in aereo. Per chi non volesse viaggiare con la propria automobile, la Sicilia offre un efficiente servizio di trasporto pubblico per potersi spostare comodamente da un luogo all’altro dell’isola.

Oltre ai mezzi pubblici, è possibile viaggiare con mezzi a noleggio. Infatti, sono molti i servizi di autonoleggio in Sicilia, tra cui Europcar, Nolo In ed Hertz.

Dove dormire in Sicilia

Oltre all’itinerario, è necessario pianificare e scegliere dove dormire in Sicilia. Ovviamente, si deve tenere conto delle città da visitare e scegliere un hotel o un b&b dove dormire. L’alloggio nella città ci permette di visitare il centro storico della città stessa e, avendo noleggiato l’auto, visitare anche i dintorni. Ecco quindi i b&b e gli hotel che abbiamo scelto in base all’itinerario di cui sopra.

Hotel a Milazzo

Ci sono diversi tipi di alloggi che possono soddisfare le richieste più disparate. Hotel, b&b e appartamenti di ogni genere, più o meno costosi. A prescindere dal tipo di struttura ricettiva, è bene alloggiare vicino al porto, in modo da poter usufruire dei traghetti e spostarsi verso altre mete vicine come le isole Eolie. Tra i tanti alberghi a disposizione, abbiamo scelto l’ Hotel Milazzo. Si trova a meno di venti minuti di cammino dal porto di Milazzo. È un hotel quattro stelle e il sito ufficiale è www.hotelmilazzo.net.

Bed and breakfast a Palermo

Anche a Palermo non mancano gli alloggi dove dormire, se ne contano più di 1400. Sono davvero tanti e alcuni di questi sono molto belli e accoglienti pur mantenendo i prezzi bassi. Le strutture più scelte sono i bed and breakfast. Molti di questi offrono un ambiente unico in cui alloggiare, si trovano all’interno di palazzi storici ristrutturati e arredati in modo del tutto unico. L’alloggio ideale per visitare Palermo e i centri vicini, deve essere posizionato nel centro storico della città ma vicino l’ingresso dell’autostrada. Alcuni alloggi hanno queste caratteristiche, il B&B Palermo Il Giardino di Ballarò, una splendida struttura ricca di storia e di arte. Il sito ufficiale del b&b è www.ilgiardinodiballaro.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *