Cosa serve sapere prima di comprare un box doccia

Box doccia bagno

Nel caso in cui dobbiamo costruire il bagno o nel caso in cui decidiamo di rimpiazzare la vasca da bagno con una doccia, bisognerà pensare al box doccia della nostra casa, e bisognerà scegliere quello che più si confà ai nostri desideri e allo spazio in cui verrà installato.

La prima cosa a cui bisogna pensare sarebbe lo stile in cui vogliamo il nostro box doccia nella nostra casa che dovrebbe essere dello stesso genere degli altri componenti del nostro arredo bagno.

I box doccia esistono sia coi profili che senza profili, i quali possono essere colorati oppure metallici.
La scelta di quale di questi due tipi di box doccia installare nel proprio bagno dipende in larga misura dal tipo di arredamento presente in casa e dai nostri gusti personali.
I box doccia senza profili sono semplicemente delle pareti in vetro trattato in modo da resistere a calore e sbalzi di temperatura, oppure sono di materiale similplastico.
Queste pareti possono essere di differente aspetto, cioè possono essere trasparenti oppure opache.

Mettere nel bagno un box doccia
Tenere conto che se vogliamo mettere nel nostro bagno ad esempio di Torino un box doccia con le pareti in vetro, dovremo spendere di più proprio per via del trattamento a cui questo materiale viene sottoposto.
Abbiamo poi i box doccia semirotondi più adatti per una doccia che deve essere piazzata in un angolo del bagno.

Quello che contraddistingue questi box doccia è il poco spazio che occupano, pur avendo un certo fattore estetico dalla loro, sono quindi adatti a coloro che non hanno un bagno molto grande nella propria casa, e proprio per questa ragione sarebbe bene scegliere il modello con la porta scorrevole.
Sempre parlando di un bagno non molto grande nella nostra casa di Torino o Milano, abbiamo in alternativa al box doccia precedentemente citato, i box doccia col piatto a filo pavimento.
In questo caso volendo potremmo farlo fare su misura.
Esiste anche la doccia aperta, ovvero una doccia senza le porte che si piazza contro un muro e che ha solo le pareti, è un tipo di doccia molto elegante.
Questo tipo di doccia non è adatta ad un bagno di piccole dimensioni.
Un ultimo tipo di box doccia è quello che viene realizzato in una nicchia nel bagno, anche questo tipo di box doccia è adatto ad un bagno che non abbia molto spazio.
Avendo nel nostro bagno una nicchia di sufficiente altezza la potremmo usare appunto per crearci una doccia.
Suggeriamo come ultima cosa di scegliere fisicamente in un negozio di box doccia e arredo bagno, il tipo di doccia che più preferiamo e che più si addice a casa nostra, in modo da constatare con mano le caratteristiche di questa.

La scelta della colonna doccia

Comperando una casa nuova, magari in grandi città come Torino, Milano o Napoli, può succedere di dover risistemare oppure installare una doccia con le sue varie componenti, iniziando dal piatto doccia, seguito ovviamente dai vari modelli di box per la doccia (a meno che non preferite una semplice tenda), e come ultimo elemento sistemare l’allacciamento col classico soffione oppure alla colonna doccia.

Ovviamente tra le due cose appena elencate quella più semplice è il collegamento del soffione ai tubi dell’acqua già esistenti nel box doccia della nostra casa, anche adatto a quelli non molto grandi adatti ad una casa di piccole dimensioni (ce ne sono anche in una grande città come Torino).
Nel caso di problemi con il flusso dell’acqua (potrebbe non raggiunger il soffione) sarebbe il caso di pensare ad una doccetta regolabile.

Può sembrare un problema accademico ma la posizione del soffione ha una certa importanza, in un box doccia nella nostro bagno, proprio per quanto riguarda la potenza del flusso d’acqua, ovvero più alta è la posizione del soffione, più l’acqua ha difficoltà a raggiungerlo, anche per la questione della forza di gravità, proprio per questo si consiglia di non piazzarlo ad un’altezza superiore ai due metri o giù di li.

Volendo si potrebbe anche piazzare un soffione ad una altezza pari al soffitto, ma la cosa deve essere ben ponderata per via delle eventuali modifiche che dovrebbero essere fatte, sia a livello idraulico che edile.

L’opzione colonna doccia nel dettaglio

Una opzione alternativa al soffione classico è la colonna doccia, anche per chi vuole utilizzare l’effetto idromassaggio, possibile proprio grazie alla colonna doccia installata nel box doccia della casa.
Infatti la colonna doccia da la possibilità di farsi arrivare addosso getti d’acqua in differenti direzioni, i quali appunto svolgono la piacevole funzione dell’idromassaggio.

A differenza del classico soffione fisso, quello principale di una colonna doccia è frequentemente regolabile grazie da un saliscendi, e la colonna doccia è munita di più un soffione, appunto per permettere la funzione di idromassaggio da diverse parti (comunemente tre). Per questioni idrauliche questa è anche più facile da piazzare.

Con la colonna doccia ci si può scordare l’idea di una pseudo doccia, infatti grazie alle innovazioni tecnologiche odierne, la colonna doccia può essere munita di alcuni interessanti gadget oltre all’idromassaggio.

Volete un effetto luminoso particolare mentre state facendo la doccia? Un particolare odore o profumo che si spande nell’aria durante la vostra doccia? Sentire musica sotto la doccia?
Tutte queste cose oggi sono possibili grazie ad alcuni tipi particolari di colonne doccia che potrete trovare nei migliori negozi di articoli doccia e arredo bagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *