Come funziona una crema anticellulite?

Crema anticellulite

Tutti abbiamo sentito parlare di creme anticellulite, e sono tante le donne in continua lotta verso questo inestetismo che, con l’andare del tempo, può diventare una vera e propria malattia.
In commercio si trovano tantissimi prodotti che ci promettono la salvezza verso questa fastidiosa piaga che attacca glutei, cosce, fianchi e pancia, ma ci siamo mai chiesti come funzionano? Qual è il loro punto di forza? Cerchiamo di scoprirlo insieme.
Le creme anticellulite, che in molti casi sfruttano i principi attivi di alcuni vegetali, hanno il compito di “risanare” una situazione che si è alterata per diversi motivi.

Ristabilire la circolazione, eliminare i cuscinetti e mantenere questo stato nonostante gli stimoli. Per raggiungere questo fine si possono utilizzare creme che agiscono su più fronti come  la crema Barò che è completamente naturale (leggi qui la recensione http://cibo.info/2954-crema-baro-cosmetics-funziona-contro-la-cellulite/ )

La crema anticellulite svolge sostanzialmente tre attività

  • La prima è sicuramente quella che agisce sui liquidi drenando e purificando il fisico. Il corpo, una volta eliminate tutte le tossine, potrà assorbire meglio tutti gli altri trattamenti, facendo in modo che agiscano a fondo nei tessuti colpiti dalla cellulite.
  • La seconda azione è legata alla stimolazione lipolitica, attivando la lipasi, l’enzima che scinde i grassi. Questo serve ad avere una risposta più veloce da parte del metabolismo .
  • Ultima, ma non per importanza, è la riattivazione del microcircolo, colpevole le ristagno dei liquidi. Rafforzando le pareti dei capillari e rendendole più elastiche, la circolazione migliora  andando a sanare tutto il sistema. Una buona microcircolazione, inoltre, aiuta ad evitare gambe gonfie, formicolii e  rottura di capillari, quindi, in questo caso, la crema agisce su una problematiche che causa diverse conseguenze.

Le piante più utilizzate nelle creme anticellulite efficaci sono, oltre all’uva rossa già citata:

  • Il peperoncino da cui si estrae la capsicina che stimola il metabolismo e brucia i grassi;
  • La caffeina che ha sempre un effetto stimolante sul metabolismo;
  • Ananas che ha un forte potere drenante;
  • Centella asiatica, vero e proprio toccasana per la salute della microcircolazione;
  • Linfa di betulla con proprietà drenanti e depurative;
  • Mirtillo nero, ottimo per rafforzare proprio i capillari, migliorando la loro portata.

Le creme però non fanno i miracoli, quindi per farle funzionare al meglio vanno supportate con un po’ di attività fisica e una buona alimentazione. Molto importante anche il metodo con cui si distribuiscono sulla pelle. Per funzionare bene devono essere assorbite accuratamente dalla pelle, quindi dedichiamo qualche minuto in più  al loro utilizzo. Il prodotto va steso sulla pelle e fatto assorbire con massaggi lenti e circolari, partendo dal basso verso l’alto. Insistere fino a quando la crema non sarà stata assorbita completamente.

Alcuni trattamenti anticellulite, per esprimere tutto il loro  beneficio, devono essere applicati con massaggi appositi, chiamati drenanti. Solo in questo modo attiveranno tutti i loro principi attivi.

Quando si usano le creme anticellulite si può notare un aumento della diuresi, risposta normale del fisico che sta eliminando tutti i liquidi che ristagnavano nei tessuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *