Come fare i capelli mossi

Capelli mossi

Se hai i capelli lunghi ti sarà capitato di voler vivacizzare un po’ quella massa smorta, se hai i capelli corti avrai pensato a come conciarli in modo originale, che sia l’una o l’altra, ti sarai chiesta come fare i capelli mossi. Cosa ci vuole? Quanta pazienza e quanto tempo bisogna perderci dietro?

In realtà fare i capelli mossi è molto più semplice di quanto non si pensi, e ci vuole davvero poco. Qui spieghiamo alcuni semplici accorgimenti per fare i capelli mossi a casa, per delle onde sinuose da far perder il fiato.

I capelli mossi, o beach waves, come vengono chiamati ultimamente, sono stati il trend del 2016, ma non appaiono a voler diminuire il loro fascino neppure in questo 2017, perciò come rinunciarvi? Non devi. I metodi fai da te per fare i capelli mossi sono molteplici, e tutti molto facili da attuare, anche per chi magari si trova alle prime armi.

Innanzitutto, è necessario però prendere alcuni accorgimenti per il lavaggio: preferibilmente usa uno shampoo volumizzante, che gli dia corpo, quindi applica piccole quantità di balsamo e risciacqua. Per liberarti di eventuali nodi usa un pettine a denti larghi quando ancora hai il balsamo sui capelli.

Fatto questo, passiamo ai diversi metodi per fare i capelli mossi.

1. Mousse. È certamente il metodo più comune e veloce per fare i capelli mossi. Tutto ciò che devi fare è spruzzare un po’ di mousse sulla mano. Mettiti a testa in giù e applicala delicatamente e omogeneamente sulle punte e sulle medie lunghezze. Attenzione a evitare le radici, il risultato potrebbe essere uno sgradevole effetto unto che decisamente non vorresti. Per fare i capelli mossi con la mousse, puoi scegliere fra diversi prodotti: gel, spray, siero e via dicendo, non importa quale, hanno tutti lo stesso effetto. Dopodiché, restando a testa in giù, prendi in mano delle ciocche di capelli e stropicciale un po’, come se stessi stropicciando un foglio di carta. A questo punto lasciali asciugare da soli. Ecco come fare i capelli mossi con la mousse.

2. Pinze. Se preferisci la via naturale, per fare i capelli mossi prendi delle ciocche e arrotolale una per una, quindi legale con delle pinze. L’alternativa è uno chignon unico, il risultato sarà leggermente diverso, ma più efficace. Se usi le pinze, passa il phon una volta sola mentre le hai ancora addosso, quindi spruzza un po’ di lacca. Togli le pinze (o lo chignon) solo quando i capelli sono quasi asciutti, ma occhio a non usare un pettine! Manderesti tutto all’aria. Se ci sono nodi, puoi districarli usando le dita.

3. Diffusore. Il phon è insieme il migliore amico e il peggior nemico dei nostri capelli in questo caso è amico. Specie quando è accessoriato con un diffusore con dita lunghe. Di soluto lo si usa per mantenere bene i ricci, quindi è l’ideale per fare i capelli mossi. Magari aggiungi un po’ di lacca una volta finito.

4. Le trecce della nonna. Credo di non aver mai visto mia nonna senza la sua treccia, e credo che molte di voi possano dire lo stesso. Certo le nostre nonne non raccoglievano i capelli in trecce per fare i capelli mossi, ma il metodo è senza dubbio il più facile ed efficace. Basta dormirci sopra. Letteralmente.

5. Forcine. È una varietà, più lunga e forse tediosa delle pinze, ma molto efficace. Qui le ciocche in cui suddividere i capelli devono essere più piccole. Se hai i capelli lunghi imbarcati in questo metodo per fare i capelli mossi solo se sei dotata di molta pazienza.

Ecco, questi sono i metodi più semplici per fare i capelli mossi, per avere delle onde degne della più carismatica principessa Disney, o anche per un effetto spettinato del tutto naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *