In quale sport si usa una Chistera?

Chistera

La Chistera è un termine spagnolo che anche onomatopeicamente ricorda il “cesto” e si lega particolarmente ad una pratica sportiva antica e oggi relegata alla pratica solo in alcune aree geografiche con diverse motivazioni: quindi, in quale sport si usa la Chistera? Nella palla Basca anche detta “Pelota” che, sempre in spagnolo, significa palla. La chistera consiste, quindi, in una sorta di piccola cesta, un contenitore concavo fatto tradizionalmente in vimini e bacchette di castagno che in tale sport ha la funzione di cogliere la palla che è protagonista della palla basca. Parliamo, dunque, di una pratica sportiva che è molto popolare ancora oggi in tutta la zona Basca, quell’area geografica che corrisponde alla Francia sud accidentale, in prossimità dell’oceano atlantico e della zona nord occidentale spagnola, contigua a quella francese. Il popolo Basco da sempre si distingue anche politicamente dal Governo centrale di Madrid con forti spinte secessionistiche che hanno visto anche in passato il supporto a tale causa tramite atti armati, considerabili terroristici.

Il Gioco della Palla Basca

Il gioco della Pelota consiste nel lanciare con forza una palla delle dimensioni di quella da baseball contro una parete e l’avversario deve raccoglierne il rimbalzo al volo o al massimo con un rimbalzo a terra rilanciandola con forza contro il muro. La palla prende velocità notevoli, fino anche a 300 Km/h, per cui i giocatori, ad evitare danni all’avambraccio e alla mano per via di urti contro la palla, usano un guanto protettivo collegato al cesto stesso. Le squadre sono composte da tre giocatori ciascuna. Questo stesso gioco è anche diffuso nelle zone francesi dell’area basca e spesso le partite di Palla Basca sono oggetto di scommesse da parte degli spettatori.

Anche in America si gioca la Palla Basca, limitatamente alle città-Gioco come Las Vegas e Reno ma sono partite organizzate appositamente a fini di scommessa, un concetto ben lontano dalla cultura popolare Basca che si collega a questo Sport. In passato la Palla Basca era decisamente più praticata; anche a Torino, Milano, Napoli esistevano sferisteri in cui veniva praticato tale sport ma oggi non esistono nemmeno più. Una curiosità particolare è costituita dal fatto che la Palla Basca è stata anche ammessa come Gioco Olimpico nelle Olimpiadi del 1900 a Parigi sotto la direzione di De Coubertin ma le compagini partecipanti erano, in quell’edizione soltanto due: la Spagna che ebbe la medaglia d’oro e la Francia che ottenne quella d’argento. Nessuno ottenne quella di bronzo perché non c’erano altre squadre. Da quel momento in poi questo sport vide un continuo declino restando vivo e praticato ancora, appunto nella zona sud atlantica della Francia e nei Paesi Baschi spagnoli.  In luoghi sporadici si giocano ancora sport di derivazione dalla Palla Basca in diverse varianti. La Palla Basca è da molti anche ritenuto lo sport precursore del tennis, in particolare quello della variante che vede i due giocatori sfidarsi lanciando la palla contro un muro in maniera del tutto simile alla Palla Basca.

Foto: di Nessun autore leggibile automaticamente. Harrieta171 presunto (secondo quanto affermano i diritti d’autore). – Nessuna fonte leggibile automaticamente. Presunta opera propria (secondo quanto affermano i diritti d’autore)., CC BY 2.5, Collegamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *