Cos’è, cosa fa e a cosa serve un broker assicurativo?

Broker assicurativo

Il mondo delle assicurazioni è molto variegato, e per questo potenzialmente dispersivo per chi non mastica molto di termini tecnici. Ecco perché serve un broker assicurativo.

Si può pensare che, a stipulare un’assicurazione, non ci voglia molto, basta solo scegliere la polizza e firmare. Sbagliato.

Poiché quando ci si lancia alla ricerca di un’assicurazione, difficilmente si è a conoscenza di tutti i meccanismi e di tutte le terminologie, si rischia non solo di perdersi fra le varie polizze, ma anche di venire facilmente intontiti con paroloni alla Azzeccagarbugli che servono solo a convincervi che sanno di cosa stanno parlando. Ecco, il broker assicurativo serve proprio a evitare che ciò accada.

Broker è colui che agisce in Borsa per conto dei suoi clienti, broker è colui che consiglia i propri clienti in materia di trading online. Viene facile allora assimilare il concetto di broker a quello di mediatore.

Mediatore è, per sua stessa definizione, qualcuno che si frappone tra due parti, nel tentativo di risolvere una questione nel modo migliore possibile. Ecco, un broker assicurativo fa esattamente questo. Si frappone fra il cliente e l’agenzia assicurativa, e cerca di manovrare la trattativa verso la corrente più favorevole. Favorevole per il suo cliente, si intende. Secondo la definizione ufficiale, infatti, presente nel regolamento ufficiale dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni), il broker assicurativo rappresenta un “intermediario che agisce su incarico del cliente e che non ha poteri di rappresentanza di imprese di assicurazione o riassicurazione”.

Il broker assicurativo è dunque un’entità a sé stante che si inserisce nella trattativa assicurativa al fine di portare i maggiori vantaggi al cliente. Ma non solo, è strettamente tenuto, per legge, ad agire per conto e in favore solo e soltanto del suo cliente. Il che significa che non può trovarsi a prendere le parti della compagnia assicurativa, ma è legato solo al cliente.

Il broker assicurativo ricerca le condizioni ideali per il cliente, si occupa della negoziazione con la compagnia assicurativa, interviene in caso di disdetta, e si accerta che il cliente sia totalmente tutelato contro eventuali brogli. Sta lì a guidare il cliente nella stipulazione della migliore delle polizze assicurative, e fa le veci del cliente nella risoluzione di eventuali conflitti con la compagnia assicurativa.

In questo il broker assicurativo differisce dalla figura del mediatore: il mediatore, come suggerisce già il termine, media, si inserisce nella trattativa al solo fine di garantirne la riuscita, è un arbitro imparziale; il broker assicurativo interviene con uno scopo specifico. Insomma, volendo azzardare un paragone, il broker assicurativo gioca un po’ da avvocato difensore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *