Buone abitudini per una bocca sana

Ragazza morde una mela

I segreti per mantenere una bocca sana sono tanti e soprattutto, bisogna seguire alla lettera e con costanza per fare in modo che non si formino batteri all’interno della cavità orale. La prima regola corretta per ottenere una adeguata pulizia dei denti quotidianamente ed in più, bisogna sciacquare la bocca con acqua e masticare anche chewing gum al fluoro.

I consigli per i denti sani: come pulirli

Lo spazzolino deve essere sempre utilizzato correttamente nella propria bocca, cercando di rimuovere tutti i residui di cibo. Da usare necessariamente, anche il filo interdentale. Dove infatti non arriva lo spazzolino, serve un aiuto. Il filo interdentale deve essere di circa 45 cm e si tiene arrotolato agli indici, facendolo scorrere tra un dente e l’altro senza delle grandi pressioni. Con la giusta tecnica saremo in grado di pulire tutti i denti, anche nei posti più nascosti. Un’altra cosa importantissima quando si parla dell’igiene dentale o della salute della propria bocca, è anche  scegliere il giusto dentifricio. Infatti, si può fare la distinzione tra diversi tipi di dentifricio:

– dentifrici antiplacca, ovvero che svolgono un’azione antibatterica per tenere sotto controllo il fenomeno dell’accumulo della placca;

– dentifrici al fluoro, che hanno come obiettivo principale quello di rimineralizzare lo smalto dei denti ed hanno una forte azione antibatterica e sbiancante;

– dentifricio per gengive irritate o per denti sensibili, che servono a combattere la sensibilità riducendo i fastidi dovuti alla differenza di temperatura ed hanno una forte azione antibatterica;

– dentifricio anti tartaro, ovvero quelli che invece hanno come obiettivo principale sconfiggere il tartaro con una serie di antibatterici utili a combattere la flora patogena.

Ad avere un’azione fondamentale protettiva nei confronti degli “attacchi” batterici, è anche il colluttorio che serve a proteggere la salute della bocca e con soli 20 ml di prodotto, si ha la possibilità di ottenere l’effetto desiderato. È chiaro che tutte queste pratiche sono importantissime ma non sostituiscono il lavoro degli esperti ed è per questo che sarà fondamentale riferirsi comunque al dentista con delle visite periodiche.

Il sostegno del dentista

Molto importanti sono i controlli periodici personalizzati. L’odontoiatra in collaborazione con l’igienista dentale sono in grado di intercettare i problemi iniziali. Se così non fosse, se i denti da un’esame approfondito risultassero irrecuperabili, sarà necessario intervenire con l’implantologia dentale. Presso la Clinica Odontoiatrica Villa, ad esempio, vengono effettuate riabilitazioni implantari parziali e totali con consegna del provvisorio in 24 ore dall’intervento chirurgico anche in situazioni difficili e, alle volte, apparentemente impossibili. Il paziente viene poi seguito a 360° dagli odontoiatri della struttura per garantirgli la miglior soluzione implanto-protesica.
Grazie ad una nuova tecnica di implantologia a carico immediato chiamata OnlyOne® ed ideata dal Dr. Roberto Villa si possono ottenere risultati ottimali sia funzionali che estetici in un solo intervento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *